mercoledì 6 maggio 2015

CLICCA sul widget e ascolta bene dall'inizio e in silenzio a tutto volume ...

CLICCA sul widget e ascolta bene dall'inizio e in silenzio a tutto volume ... 
” IL 31 maggio 2014 alle ore 22 e 16, ragionevolmente nell’ambiente/reparto della vicenda anche perchè il frammento  fa parte di una sequenza di registrazioni nella medesima data, la donna che dirà a fine  audio con voce attonita tra l’interrogativo e la constatazione “che m’esce” si trova in un posto dove si sente un liquido che gorgoglia, viene smosso continuamente, e mentre prima una voce solo appena percepibile ripete “vieni avanti” la stessa voce più percepibile risponde alla constatazione/domanda finale “che m’esce” con il particolare termine a tecnico “fosforelli” ed in realtà all’inizio ma con strumenti audio qualificati e cuffia professionale dopo c.a. sette secondi si può percepire e la frase sussurrata “ adesso ti devi addormentare “ e la successiva , di segno contrario, ma trattandosi di bassissima frequenza vocale in questo caso e con possibilità di errore. 
Quale sia il "tono" della voce femminile è perfettamente percepibile così come la atecnica congruenza solo descrittiva della risposta finale ”fosforelli”,
Quale lo stato della donna viste le precedenti registrazioni della giornata è del pari ipotizzabile con adeguata certezza, e sarebbe congruente con la ipotesi sul tono di voce e contesto .
Il frammento di audio così fattoci pervenire inizia con un sorta di gemito particolare perchè a struttura vocale sinusoidale preceduto di una frazione di secondo da una sorta di lieve sfrigolio di difficile percezione ma illuminante. Prosegue poi con varie parole sussurrate da un timbro di voce maschile .. professionale …
Che di uscita da un luogo “personale” fisico di tracce fluorescenti si tratti, sembra possibile ipotizzare dalla frase verso la fine pronunciata da donna (“che m’esce”). Alcune mera informazioni ; i sali di uranio impoverito nella disponibilità del comparto chimico fuoriuscendo la relativa radioattività in acqua specialmente salata creano effetti cromatici fluorescenti, così come però una scarica di tipo elettrico immersa, mentre la elettrolocuzione “locale” è pratica nota.
Da dove fuoriuscivano tracce o scie/effetto fluorescente se di queste si trattava? Erano mere tracce fluorescenti davvero o si tratta di altro ? e perchè fuoriuscivano …. ?! Perchè una particolare sostanza era stata fatta entrare o si tratta di un effetto in acqua del passaggio di una lieve tensione elettrica ?! Dove ?! Perchè la donna, emette un primo gemito al’inizio che colpisce per struttura armonica e per non essere ascrivibile nè a un dolore istantaneo nè ad un piacere vista la struttura sinusoidale del gemito, preceduto da un lieve sfrigolio comunque distinguibile ?!






https://soundcloud.com/paolo-ferraro-1/sets/che

Nessun commento:

Posta un commento